Veloce, stabile e silenzioso come un grande pesce.

E' lungo 48 metri e completamente costruito in alluminio: è il nuovo Vellmarì che al limite delle 500 ton. con i suoi due ponti e mezzo, racchiude una quantità di spazi interni superiori alle barche affini, mantenendo una forma volumetrica dinamica.

La motorizzazione affidata a 2 MTU 16V 2000 M94 da 2.600 cavalli, è stata scelta in questo caso non per raggiungere spiccate velocità, 17.5 i nodi di massima, ma per prediligere il massimo comfort in navigazione. La scelta degli interceptor Humphree, è stata ponderata proprio per garantire il migliore assetto.

Caratteristiche tecniche di progettazione
e realizzazione di Vellmarì

Lunghezza max fuori tutto: 47.50 m
Larghezza max fuori ossatura: 8.80 m
Immersione di calcolo: 1,650 m
Potenza Motori principali a 2,450 RPM: 2 MTU 16V 2000 M94 x1,939 kw (2,600 CV)
Veolcità massima: 20.50 nodi
Velocità di crociera a ½ carico: 15.00 nodi
Autonimia (a circa 10-11 nodi): ~2,500 miglia marine
Stazza: <500 GT
Architettura Navale: Arrabito Naval Architects
Design Esterno: TEAM FOR DESIGN - ENRICO GOBBI
Design Interno: TEAM FOR DESIGN - ENRICO GOBBI

Vellmarì riassume eleganza e aggressività la prima è espressa dalla pulizia delle linee esterne e da volumetrie stilistiche slanciate e filanti; mentre la seconda è data dai numerosi dettagli più spinti, che ricordano il mondo aeronautico e quello del car design.

Le originali finestrature a prua, che caratterizzano la linea Vellmarì, sono veri e propri tagli lunghi più di due metri che partono da terra arrivando fino al soffitto per essere ripresi orizzontalmente nei cielini, valorizzando così lo spazio interno offrendo una meravigliosa ed unica vista esterna dalla camera armatoriale. L'architetto Enrico Gobbi della Team for Design di Venezia ha curato in maniera minuziosa ogni singolo dettaglio interno ed esterno, dando particolare rilievo al progetto illuminotecnico che fa di questo motor yacht il segno distintivo. Cristalli, vetri preziosi ed opere di Murano completano gli ambienti lussuosi per gli ospiti.

Per gli esterni si segnala lo skylounge, caratterizzato da sistemi elettrici per l'apertura sia del tetto che delle finestre laterali, mentre a poppa è stata studiata una jacuzzi che, grazie ai sistemi circolari di chiusura dei vetri, consente alla piscina di rivolgersi sia all'esterno sia all'interno del ponte assicurando la più assoluta privacy.

Il sistema di intrattenimento e domotica scelto è tra i più innovativi per ottimizzare il comfort e gestire con semplicità l'ambiente di bordo con soluzioni personalizzate ad hoc per il cliente.

Oltre ai 7 membri dell'equipaggio il motor yacht accoglie 10 ospiti.